SUARÈ, UN VOLTO NEL BUIO

CatturaSuarè è una montagna d’uomo, uno al quale potresti chiedere di sollevare un fuoristrada e lo farebbe senza il minimo sforzo. L’unico che durante il digiuno del ramadan trovasse le energie per fare ancora attività fisica. Quando l’ho incontrato la prima volta era buio, dal sedile dell’auto dov’ero seduto non distinguevo il suo viso mentre lui discuteva con Clara. Ho voluto vederlo, stabilire un contatto, ho acceso la luce, l’ho salutato e mi sono presentato.

21 giorni, una vita messa in pausa in attesa di un verdetto che liberi o condanni.
Il verdetto è arrivato, ebola ha preso anche lui
Matteo Bottecchia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *